tvlgroup.it utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consulti la nostra politica sui cookie.
Chiudendo questa notifica o continuando a navigare il sito acconsente all'utilizzo dei cookie.

Impianti di rivelazione fiamma



Nella rivelazione ottica di fiamme si utilizzano le radiazioni elettromagnetiche emesse dalle fiamme per segnalare una situazione di pericolo. Al sensore spetta quindi il compito di convertire il segnale ottico in un segnale elettrico. Risulta importante ai fini dell’affidabilità di tale tecnica di rivelazione fare un netta distinzione tra i segnali provenienti da una fiamma reale e quelli che provengono da altre situazioni ottiche, simulanti la fiamma, ma che nulla hanno a che vedere con un incendio. Si tratta, in definitiva, di filtrare la luce solare, le luci riflesse, i lampi e altre interferenze ottiche.

TVL Group provvede alla progettazione, all'installazione, all'avviamento e al relativo collaudo di sistemi di rivelazione fiamma, per poi curarne inoltre la futura manutenzione. Questi sistemi garantiscono una rivelazione rapida per consentire un tempestivo ed efficace intervento risolutivo.

I rivelatori ottici di fiamma possono essere distinti in due tipi:
  • Rivelatori ottici di radiazioni con singolo canale;
  • Rivelatori ottici di radiazioni con doppio canale.
Il rivelatore ottico di fiamma a singolo canale trova la sua ottimale applicazione nella protezione di ambienti dove vi sono materiali contenenti carbonio e che bruciano con fiamma

I rivelatori ottici di radiazioni con doppio canale sono equipaggiati con 2 sensori piroelettrici sensibili a radiazioni all’infrarosso in due differenti lunghezze d’onda. Il primo sensore reagisce alle radiazioni all’infrarosso nello spettro caratteristico dell’anidride carbonica prodotte da materiali contenenti carbonio come legno, prodotti petroliferi, plastica, alcool, etc. Il secondo sensore effettua continuamente il monitoraggio di sorgenti esterne d’interferenza, che emettono segnali simili alla fiamma, come luce solare, luce artificiale o radiazioni come quelle emesse da corpi caldi. I segnali provenienti dai due sensori vengono paragonati in ampiezza e sincronismo di fase in un circuito elettronico. Tale controllo conferisce al rivelatore una notevole immunità da influenze esterne simulanti la presenza di fiamme.

Tutti gli elementi degli impianti realizzati da TVL Group sono marchiati CE e certificati. Gli standard di produzione di ogni componente rispettano i più rigidi requisiti di qualità e sicurezza e sono conformi alle normative vigenti.